mercoledì 27 gennaio 2021

TARTE DI GRANO SARACENO CON BRIE E VERDURINE

 




Decluttering

Il decluttering è venuto di moda grazie a Marie Kondo con il suo libro Il magico potere del riordino.

Pare che prima di questo libro, la gente continuasse a tenersi la roba vecchia di 10 taglie piu' piccole buttate nell'armadio a casaccio..bhà..

quando nostra figlia abitava ancora con noi,si chiamava "Metti a posto l'armadio, togli quel che non usi piu',non esci fino a quando non hai finito!

Certo dire decluttering è piu' figo ma soprattutto piu' veloce, io come molti altri nel primo lockdown mi sono dedicata a questo , piu' che altro per non continuare a impastare pagnotte e biscotti!

Poi volete mettere dire " oggi ho fatto decluttering ?" molto figo!!

Il mio decluttering di oggi però è dedicato  al frigo! 

(qualcuno potrebbe inventare un'altra parola per questa attività che non sta tanto bene paragonare gli alimenti a vestiti vecchi ,per favore ?)

E quando decidi di togliere i vari cartoccini dal frigo, senza programmare nulla è la volta che ti salta fuori una ricetta perfetta!

Queste mini tarte, sono buonissime ,saporite e si possono gustare anche fredde, perfette nei buffet o come antipasto, si possono fare piu' piccole e diventano coloratissimi finger food, oppure una tarte grande da tagliare a fette.

Nel mio frigo c'erano:

  • 1 carota,
  • 1 scalogno
  • 1 pezzo di zucca da circa 100 g,
  • 1/2 cipolla tipo Napoli media,
  • 1 zucchina,
  • 4 pomodorini (prossimi alla morte!),
  • 2 cucchiai di fagioli Borlotti lessati,
  • 1 spicchio di formaggio Brie circa 100 g,
  • 40 g di pancetta affumicata a cubetti.
INGREDIENTI per preparare la pasta
  • 100     g di farina 0,
  • 30 g di fecola di patate,
  • 30 g di farina di grano saraceno,
  • 1 uovo piu' 1 tuorlo,
  • 50 g di mix grattugiato parmigiano e pecorino.
  • 80 g di burro a temperatura ambiente (ancora abbastanza solido non a pomata),oppure 50 g di olio extra vergine d'oliva.
Per condire, olio extra vergine d'oliva, sale, peperoncino, origano.

PROCEDIMENTO

-Mettete  nel mixer ( o se preferite in una ciotola impastate a mano)  tutti gli ingredienti per la pasta  azionate a impulsi fino ad ottenere un impasto sodo ed elastico (potrebbe occorrere anche qualche cucchiaio di acqua fredda, dipende dall'assorbimento della farina, a me non è servita), avvolgete nella pellicola e trasferite in frigo per 1 ora.

-Nel frattempo tagliate tutte le verdure  e il brie a cubetti piccoli (circa un paio di cm.

-Stendete la pasta e rivestite gli stampini o la teglia, bucherellate il fondo e distribuite sul fondo i pezzetti di brie, sopra suddividete i vari pezzetti di verdura e i fagioli, poi la pancetta (se la volete usare).

-Condite con sale, origano e se vi piace peperoncino, passate un filo d'olio extra vergine d'oliva
e cuocete in forno pre riscaldato a 170° per 35 minuti.

Ovviamente potete cambiare le verdure con quelle che preferite, o quelle di stagione, io presto le rifarò con cavoli e broccoli!

Queste dosi bastano per 4 mini tarte diametro 12 o una teglia diametro 22.

Ciao
Simona



domenica 24 gennaio 2021

CREMA SPALMABILE DI NOCCIOLE E COCCO- VEGANA





Quando ti piglia la voglia di cioccolato, tenerla a bada è piu' difficile che guardare per piu' di 5 minuti un programma di Barbara D'Urso!

Non so voi, ma io non posso resistere  a guardare la D'Urso per piu' di 3 secondi (giusto il tempo di fare zapping) ,quindi mi sono fatta questa crema di nocciole. .che è una roba ma una roba davvero goduriosissima.

Io non ho mai amato la Nutella, perchè amo il cioccolato exra fondente, quello bello intenso  che ti mette in pace con il mondo, e questa crema nonostante non contenga un grammo di cioccolato è davvero un ottimo compromesso tra golosità e cibo sano (cosa che non si può dire della Nutella!)

Certo essendo praticamente tutta di nocciole non è certo ipocalorica, ma è anche vero che la frutta secca e il burro di cocco contengono grassi buoni, se mangiata con parsimonia sicuramente non creerà danni alla vostra linea ne' al colesterolo.

Si prepara in pochi minuti, ma vi occorre un buon blender, io ne ho uno che non ho pagato piu' di 25 euro ma fa il suo lavoro davvero egregiamente.

INGREDIENTI per un vasetto da 200 g.

  • 100 g di nocciole ,
  • 30 g di burro di cocco sciolto ,
  • 15 g di cacao amaro
  • 2 cucchiaini di zucchero di canna, o integrale, o fruttosio.

PROCEDIMENTO

-Tostate per 5 minuti le nocciole in un padellino girandole spesso, facendo attenzione a non  abbrustolirle.

- Mettete le nocciole, lo zucchero e il burro di cocco sciolto ma a temperatura ambiente nel blender e 

azionatelo a massima potenza per un paio di minuti.

-Mescolate per staccare quello che si sarà attaccato alle pareti , e ripetete questi passaggi circa 3 volte, fino a che si sarà formata una crema fluida (bisogna azionare a impulsi altrimenti le lame si scaldano troppo).

- Aggiungete il cacao e azionate di nuovo il blender, per 30 secondi, giusto il tempo di amalgamarlo.

- Ora assaggiate per sentire se il grado di dolcezza è di vostro gradimento, ed eventualmente aggiungete un ulteriore cucchiaino di zucchero , (o qualche goccia di dolcificante) se invece va bene versate la crema in un vasetto precedentemente sterilizzato, chiudetelo e trasferitelo in frigo nel ripiano basso per 2 ore (questo passaggio è fondamentale per una buona cristallizzazione dello zucchero).

E' pronta! spalmatene un cucchiaino (magari due!) su una fetta biscottata e il vostro umore ringrazierà!

Si conserva in frigo (nel ripiano alto) per 10 giorni (ah ahh ah ahhh!! non credo che supererà i 3 giorni!!)

Nota : a meno che non abbiate un blender con bicchiere grande sconsiglio di non usare piu' di 100 g per volta perchè le nocciole devono avere molto spazio per centrifugare.

Ciao! 

Simona


mercoledì 20 gennaio 2021

TORTINE SENZA DI PETRONILLA-VEGANE







Dopo il 6 Gennaio ,tradizione vuole che ci si dedichi a ricette fit/light/detox !
Nel web svaniscono come per magia panettoni, pandori  e cioccolato e vengono sostituiti da passati di verdure, beveroni vari e acqua limone e zenzero.
Però la colazione con un dolcetto senza peccato aiuta a iniziare meglio la giornata!
La ricetta 'ho presa da un video di Luisanna Messeri, ma è una vecchia ricetta di Petronilla,
che io credevo fosse una cuoca, visto che aveva una rubrica sulla Domenica del corriere ,e ha scritto anche libri di successo di ricette ,ma Amalia Moretti (questo era il suo vero nome),è stata anche una delle prime donne a laurearsi in medicina e chirurgia in Italia.
Pare che non fosse una gran cuoca, ma che cucinasse e scrivesse ricette che le passava la cognata. 
La ricetta di queste tortine è appunto una di quelle, che io ho modificato un po' per alleggerirla
visto che le dosi della ricetta originale prevedeva quasi la stessa quantità di farina e marmellata,  queste 
tortine non hanno neanche 100 calorie cadauna , sono vegane e  tra preparazione e cottura non vi ruberanno piu' di 25 minuti.
Se leggerete in fondo al post ho messo anche qualche variante .

INGREDIENTI per 12 muffins o 10 tortine come le mie (3,5 x 12) o uno stampo da 20/22 cm.

  • 250 g di farina 00,
  • 200 g di latte,
  • 200 g di mela frullata,
  • 2 cucchiai di marmellata di arance senza zucchero,
  • 19 gocce di dolcificante Tic o Stevia ,
  • 1 bustina di lievito per dolci

Per decorare (opzionale) 1 cucchiaino di zucchero a velo, lamelle di mandorle.

-Accendete il forno in modalità statica a 180°.

-Mettete nel bicchiere del mixer,(o anche in una ciotola se   preferite farle a mano, tutti gli ingredienti,
 azionatelo per 20 secondi, il minimo indispensabile per   amalgamare tutto, tenete presente che piu' 
 mescolate meno soffici saranno.

-Otterrete un impasto biancastro (non ci sono uova), che   sembra colla ..va bene!

-Versate l'impasto negli stampi o se usate una tortiera,   rivestitela di carta forno, se volete decorate con le lamelle di   mandorle .  

-Cuocete per 20 minuti (in caso di torta occorreranno circa 5     minuti in piu',fate la prova stecchino).

-Fatto! le vostre colazioni della settimana sono pronte, potete   anche congelarle ,toglietele dal freezer alla sera alla mattina   saranno perfette!

Possibili sostituzioni

Farina :Io ho usato la 00,ma va benissimo anche quella di avena o metà 0 e metà integrale ..o saraceno, io ho anche sostituito metà del peso della farina con fiocchi di avena frullati per toglierli dalla dispensa e sono venute benissimo, anzi saziano molto di piu'.
Latte: io ho usato latte senza lattosio ma vanno bene latte normale, di mandorle ,avena o soya, anzi con quello di soya diventano leggermente piu' morbide.
Mela frullata : io ho usato quella in scatoletta del super, senza zucchero,la ricetta di Petronilla diceva 200 g di marmellata a vostra scelta.
Marmellata di arance : io ho usato 2 cucchiai di pasta di bucce di arance, QUESTA perchè ne tengo sempre in frigo, ma potete mettere quella che preferite, con zucchero o senza, il conteggio calorico l'ho fatto con quella di Rigoni di Asiago.
Dolcificanti: io ho usato Tic, se non avete troppi problemi di calorie va bene anche 1 cucchiaio di zucchero di cocco o di canna.

Nota: quando le toglierete dal forno saranno pallide, come  l'Angel cake, non essendoci tuorlo d'uovo non possono avere il solito aspetto giallo, ma non lasciatele di piu' in forno, non dipende dalla cottura, se volete potete aggiungere all'impasto una punta di cucchiaino di curcuma ..che fa anche molto bene!

Ciao!
Simona
.



mercoledì 6 gennaio 2021

CRACKERS AI SEMI -CON ESUBERO DI PASTA MADRE

 






Piove.

Ieri, e pure il giorno prima pioveva ..indovinate che tempo farà domani ?..brave! indovinato! e pare che andrà avanti almeno altri 5 giorni, quindi non è che non si esce per zona rossa/arancio ecc..

ma dove cavolo vuoi andare con 'sta pioggia? due  palle faraoniche, l'unico giro che faccio è portare giu' la quadrupede canina (ma rigorosamente vestita da gattara winter style!)

Si se passate qua davanti  al mattino e vedete una in pigiama e piumone lungo, con i capelli  che pare sia andata dal parrucchiere di Boris Johnson, non spaventatevi, sono io!  davvero!

Ohi..io mi rendo conto che la terra ha bisogno d'acqua..ma tutta qui e tutta insieme? mi viene una depressioooone , poi non so perchè ma il grigio del cielo mi toglie la voglia di fare, però la Pinella (la mia pasta madre) dovevo rinfrescarla così ho fatto i crackers, che averli pronti fa sempre comodo, lo stesso tempo che impiegate per  un giro dal divano al bagno passando dalla camera da letto si impastano, vi guardate una puntata della serie che preferite o leggete 10 pagine di un libro (o se non siete come me, vi potete fare anche un centinaio di flessioni!)  e sono anche già lievitati! 15 minuti di forno e sono pronti.

Molte volte ho fatto i crackers, 

con lievito di birra secco, fresco e anche con pasta madre, ma questi sono in assoluto i miei preferiti, li ho spudoratamente copiati da quelli che vende un forno vicino a casa mia ..ho fatto diverse prove  e alla fine ho ottenuto il risultato che volevo,  sono croccanti e  perfetti come base per tartine o da tuffare in salsine senza afflosciarsi.

Rimangono tali per davvero tanti giorni se conservati in sacchetti ben chiusi, e anche come regalo sono una alternativa ai biscotti, posso garantirvi che nessuno rimarrò deluso, perchè uno

tira l'altro !

Contengono un po' di strutto, ma si possono fare anche con olio d'oliva e se non avete la pasta madre potete usare il lievito di birra fresco.


INGREDIENTI per una leccarda da forno (vi avviso, sono pochi.. quelli che vedete nel cestino quindi almeno raddoppiate)

Per l'impasto

  • 85 g di esubero di pasta madre ( o 2 di lievito di birra secco, o 4 di fresco),
  • 100 g di farina 0,
  • 25 g di semola rimacinata di grano duro,
  • 1/2 bicchiere d'acqua (circa) a temperatura ambiente,
  • 25 g di strutto (o olio extra vergine d'oliva),
  • 1 cucchiaino raso di sale,
  • 1,5 cucchiai abbondanti di semi di lino,
  • 1,5 cucchiai abbondanti di sesamo.

Per la lavorazione

  • 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva,
  • 1 cucchiaino di fior di sale,
  • 2 cucchiai di semola rimacinata di grano duro,
  • 1/2 cucchiaio di semi di lino,
  • 1/2 cucchiaio di semi di sesamo.
PROCEDIMENTO

-In una ciotola unite tutti gli ingredienti per l'impasto, aggiungendo acqua fino ad ottenere un impasto sodo (io ho scritto mezzo bicchiere d'acqua ma dipende dall'assorbimento della farina, può essere che ve ne occorra un po' di piu' ),copritelo con pellicola e lasciatela riposare almeno 1 ora ,io l'ho lasciato tutta la notte.
-Accendete il forno ventilato a 190°.
-Tagliate un foglio di carta da forno grande come la leccarda, spolverizzatela di semola e con il mattarello tirate la pasta molto sottile (diventa grande come il foglio),spennellatela con l'olio e copritela con un altro foglio di carta da forno e capovolgetelo, ripassate il mattarello ,togliete il foglio che prima era sotto, spennellate di olio la pasta e spolverizzatela con i semi e il fior di sale.
-Con una rotella taglia pasta ,tagliate i crackers con la forma che preferite. e bucherellateli con i rebbi di una forchetta.
-Cuocete per 15 minuti, devono essere ben dorati.
-Prima di metterli in un sacchetto aspettate che siano ben freddi.

Adesso ditemi che non sono l'unica metereopatica in giro, perchè non ci credo 😂.
Ciao!
Simona



venerdì 1 gennaio 2021

CREMINI

 


Buon anno!.. tra zone rosse, arancio e gialle abbiamo completato la scala cromatica, e anche il 2020,vi avviso che la prossima sarà color salmone o giallo paglierino !

Scherzo e spero che il 2021 vada meglio, io non mi posso lamentare, ma per essere precisi ho cercato almeno 10 cose positive del 2020 (ammetto che ci ho dovuto pensare , ma poi ne sono saltate fuori anche qualcuna in piu',le elenco in ordine di arrivo, non di importanza

1- ho lasciato un lavoro, non faticoso fisicamente ma che mi faceva morire dentro.. meno soldi ma sonni tranquilli.

2- abbiamo visitato la Puglia in camper, quando non c'è nessuno è davvero una regione bellissima, siamo partiti con il tipico nebbione padano e ci ha accolto Polignano a mare con 26 gradi.. poi un paio di giorni prima del lockdown siamo dovuti tornare.

3- per vedere un po' di bello intorno a noi, abbiamo riempito il balcone di fiori e piante aromatiche (che sono ancora vive.. nel nostro caso è assolutamente eccezionale, non è stato bello come avere un giardino, ma la nostra dose di sole ce la siamo presa così.

4-ho letto tanti libri.. tra cartacei e kindle una ventina e mi sono piaciuti quasi tutti.

5- ho trascorso qualche giorno al mare con mia sorella, con mariti e amici ,non accadeva dall '82 ,è stato molto bello .

6-siamo andati a Campo Imperatore ,se non ci siete mai andati, fatelo, lì ci si rende conto di quanto siamo piccoli e di quanto sia meravigliosa la natura senza la razza umana.

7-mia figlia ha trovato lavoro, le piace e si sente apprezzata (questa è la mia seconda nella top ten!)

8-abbiamo adottato Joy,7 kg di adrenalina pura mascherata da pinscher, arriva da un canile dalle parti di Latina, l'amore che ti dà un animale è davvero qualcosa di terapeutico (questa è al terzo posto).

9- ho promosso nella mia città un evento benefico, che è stato accolto da davvero tantissime persone, sarà poco, ma grazie a questo un sacco di persone meno fortunate hanno avuto un piccolo dono per Natale, non è chissà cosa ma vi garantisco che fa bene al cuore.

10-al primo posto, assolutamente al numero 1 della top ten.. tutta la mia famiglia, i miei cari e amici non sono stati colpiti dal Covid..e di questo ringrazio davvero infinitamente!

Quindi per completare questo post lungo come la quaresima, vi auguro un 2021 buono come i miei cremini ..che si possono fare sia fondenti che al latte, e  sono sempre i top  dei cioccolatini a casa mia!

Il procedimento è lungo, ma assolutamente semplice.

INGREDIENTI per una teglia 22x22 (ne otterrete cica 49)

Vi occorrerà la pasta di nocciole,(da non confondere con la crema ) se avete un buon blender ve la potete fare in pochi minuti altrimenti la trovate all'Esselunga o al Natura sì, in fondo vi scrivo come farla.

120 g di pasta di Nocciole,

200 g di cioccolato fondente min 70% di cacao di ottima qualità, (o se preferite al latte)

100 g di cioccolato bianco di ottima qualità (io ho usato Lindt ma va bene anche il Novi),

100 g di cioccolato Gianduia (Novi).

Rivestite la teglia con la carta tagliando 2 strisce di carta da forno e mettendole a croce,(in questo modo i vostri cremini non avranno le pieghe della carta).

-Sciogliete a bagnomaria 100 g di cioccolato fondente con 50 g di gianduia ,aggiungete 40 g di pasta di nocciole, amalgamate benissimo con una spatola, versate nella teglia e trasferitela in frigo per almeno un paio d'ore.

-Sciogliete il cioccolato bianco, aggiungete 40 g di pasta di nocciole, amalgamate bene e versate nella  teglia sopra al cioccolato fondente che nel frattempo si sarà solidificato. 

-Sciogliete i restanti 100 g di cioccolato fondente con i restanti 50 g di gianduia, aggiungete 40 g di pasta di nocciole, amalgamate bene e versate sopra alla base di cioccolato bianco, lasciate raffreddare, poi coprite la teglia con  alluminio, trasferite in frigo e lasciatela ferma per almeno 12 ore.

Togliete la vostra base cremino dalla teglia e usando un coltello a lama lunga e liscia pareggiate i lati (se li volete tutti perfettamente dritti), poi tagliate delle strisce larghe 3 cm e successivamente a quadretti .

I vostri cremini sono pronti,

in frigo si conservano tranquillamente 1 mese, se li volete regalare confezionateli al massimo 24 ore prima della consegna, oppure mettete i vostri pacchettini in frigo.

Come fare la pasta di nocciole?

Tostate in forno a 180° per 20 minuti 150 g di nocciole spellate, mettetene metà  nel bicchiere del blender con 2 cucchiaini di zucchero e 1 cucchiaio di olio di semi (arachidi, mais ,riso),azionate a massima velocità a impulsi, (le lame non devono scaldarsi troppo) vedrete che subito saranno ridotte a farina ma in pochi minuti otterrete una crema.

Poi ripetete con le restanti nocciole e le stesse dosi di zucchero e olio, è meglio farlo in 2 volte in modo che le nocciole nel blender abbiano spazio per amalgamarsi.

Versate la vostra pasta in un vasetto precedentemente sterilizzato e se non la utilizzate entro le 24 ore coprite la superficie con uno strato di almeno 1 cm dello stesso olio utilizzato, girate con un cucchiaino in modo che all'interno non ci siano bolle d'aria e chiudete con una capsula nuova e sterilizzata, in questo modo si conserva in frigo per 30 giorni.

Vi rinnovo i miei auguri perchè abbiate un 2021 sereno con  il cuore pieno di belle cose e provate anche voi a fare la lista di 10 cose belle del 2020,subito sembra impossibile trovarle ma pensateci e se vi va condividetela.

Ciao!

Simona



venerdì 25 dicembre 2020

BISCOTTI DI PANGRATTATO E CIOCCOLATO-RICICLO DI PANE



25 Dicembre,

Buon Natalazzo!..(interpretatelo come preferite)

siamo in zona rossa, cioè tutti siamo a casa grazie al Covid,

certo, il giorno di Natale dove vuoi andare? Lo dice anche il proverbio "Natale con i tuoi..ecc.." Invece no!

Quest'anno, giusto per fare qualcosa di diverso è Natale senza i tuoi!

E' andata così, e speriamo di superarla.. un anno così basta e avanza direi!

Come al solito se non posso uscire, sto a smanettare in cucina ,

ma non oggi, oggi, Netflix , copertina e tisana come dei veri viveur!

Questa è una ricetta della scorsa settimana che avevo dimenticato di pubblicare, quindi ancora una ricetta di biscotti, ma giuro che sarà l'ultima per un po',però  di riciclo di pane!

dopo aver fatto torte, focacce e polpette (le ricette le trovate nella categoria "Non si butta via nulla"

Sono buoni buoni, l'esterno leggermente crunchy grazie al riso soffiato e le gocce di cioccolato ,all'interno morbidi ed è una ricetta tutta in una ciotola.

INGREDIENTI per una teglia.. (circa 25 biscotti)

  • 125 g di pane grattugiato,
  • 30 g di riso soffiato,
  • 50 g di burro a pomata,
  • 130 g di zucchero,
  • 1 bicchierino di liquore al caffè (o altro liquore),
  • 8 g di lievito per dolci,
  • 1 pizzico di sale,
  • 1 uovo + 1 albume,
  • 80 g di gocce di cioccolato.
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo.

PROCEDIMENTO

-Unite tutti gli ingredienti in una ciotola, amalgamate tutto usando un cucchiaio , otterrete un impasto molto morbido, coprite la ciotola con pellicola e mettetela in frigo per almeno 3 ore (io una notte).

-Formate delle palline grandi come una noce appoggiatele su un piatto e mettetelo in frigo  per 30 minuti.

-Accendete il forno a 180° ventilato.

-Trasferite le palline sulla placca del forno coperta con carta da forno, ben distanziate perchè si allargano in cottura 
e cuocete per 20 minuti.

-Saranno tenerissimi, sembreranno crudi, ma vanno bene così, non toccateli fino al raffreddamento.

-Cospargeteli di zucchero a velo e preparate il tè.

note: se non volete mettere liquori (ma in cottura evapora completamente) sostituite la quantità con caffè.
Potete sostituire il burro con burro di cocco.
Ciao!
Simona


domenica 20 dicembre 2020

CIAMBELLINE AL VINO

 


Ci sono ricascata!

Avevo detto basta biscotti.. poi mi sono tornati in mente questi che avevo v isto da Terry I pasticci di Terry che si preparano in 5 minuti e niente.. li ho fatti, non resisto alle  ricette collaudate in cui c'è poco da spignattare,  è piu' forte di me, poi queste ciambelline sono uno di quei biscottini da uno tira l'altro.

Non si devono neanche pesare gli ingredienti!! infatti come misurino ho usato uno strumento altamente tecnologico..il vasetto dello yogurt! ma potete usare anche un bicchiere , l'importante sono le proporzioni.

Conservate in scatole di latta o in sacchetti di cellophane ben chiusi si conservano almeno un paio di settimane.

INGREDIENTI

  • 1 vasetto di vino (io ho usato un Sangiovese, e vengono un po' pallide, ma davvero buone),
  • 1 vasetto di olio di semi (io arachidi),
  • 1 vasetto di zucchero semolato,
  • 4 vasetti di farina
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci.

per finitura

  • 1 piattino di zucchero semolato,
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo (facoltativo) 

-In una ciotola unite vino, olio e zucchero poi aggiungete la farina e il lievito (precedentemente setacciati insieme) poco alla volta.
-Mescolate con un cucchiaio di legno poi appena inizia a rassodare, trasferite sulla spianatoia e impastate a mano ,bastano 2 minuti per ottenere un impasto sodo ed elastico.
-Prelevate delle porzioni di pasta e facendole scorrere sulla spianatoia formate dei cordoni come per fare degli gnocchi, tagliate dei tratti da 8/9 cm e unite i capi a ciambella (ma potete farle grandi come volete) passatele nel piattino dello zucchero in modo da ricoprirle bene di zucchero e posizionatele sulla teglia rivestita di carta da forno.
-Cuocete in forno statico a 180° per 15 minuti, sembreranno morbide, ma con il raffreddamento diventano scrocchiarelle..se vi va, cospargetele di zucchero a velo.

Se proprio non vi volete far mancare nulla, tuffatele in un bicchiere di vino, ma se siete astemi come me anche una bella tisana va benissimo!
Ciao!
Simona